Tempo di...Estate!

L’anno accademico di Terza Teologia si è concluso con la sessione estiva degli esami terminata il 9 giugno, ora per me e i miei compagni inizia il periodo di prova sui campi degli oratori della Diocesi dove saremo impegnati tra i ragazzi nell’esperienza arricchente dell’oratorio estivo dal titolo “Per di quà - si misero in cammino”.

Pasqua, tempo di pace e speranza

La melodia commovente e sublime del Preconio Pasquale della notte di Pasqua ci ha permesso di ascoltare ancora una volta queste parole:

Si ridesti di gioia la terra
inondata da nuovo fulgore;
le tenebre sono scomparse,
messe in fuga dall'eterno Signore della luce.

“Il Signore Dio mi ha dato una lingua da iniziati,
perché, io sappia indirizzare allo sfiduciato una parola.
Ogni mattina fa attento il mio orecchio
Perché, io ascolti come gli iniziati.
Il Signore Dio mi ha aperto l’orecchio
e io non ho opposto resistenza,
non mi sono tirato indietro." (Isaia 50, 4-5)

prima immagine rito istituzione lettori Seminario Venegonoseconda immagine rito istituzione lettori Seminario Venegono

foto di gruppo

Il tempo dell’attesa è concluso, Gesù il Salvatore è nato!

Ogni anno nel rivivere la natività mi piace immaginare la scena che la tradizione ci ha consegnato attraverso il presepio: Maria, la donna del sì, che ha accolto nel suo grembo il Salvatore è vicina a Giuseppe, l’uomo giusto e pio che ha aperto il cuore al misterioso disegno di Dio; entrambi guardano Gesù bambino nella mangiatoia che si sente accolto e amato dai suoi genitori. Egli è guardato da Maria e Giuseppe ed ora è guardato da tutti noi che accogliamo commossi e gioiosi il suo sguardo di bimbo, stupiti dalla sua innocente bellezza, la bellezza del Figlio di Dio fatto uomo.

Ecco perchè l’incarnazione di Gesù è ogni anno motivo di grazia e gioia, letizia e speranza, che ci fa riunire attorno al presepe come una grande famiglia.