28 agosto: Domenica che precede il Martirio di san Giovanni il Precursore (C)

Lettura: 2Mac, 6, 1-2. 18-28; Salmo 140; Epistola: 2Cor 4, 17-5, 10;  Vangelo: Mt 18, 1-10

Nella tua legge, Signore, è tutta la mia gioia

Preparandosi alla celebrazione del Martirio del Precursore, snodo che determina la scansione delle settimane seguenti, la liturgia ambrosiana conclude il percorso di rilettura della storia della salvezza narrata nell'Antico Testamento con la considerazione delle sofferenze alle quali il popolo dell’alleanza fu sottoposto all'epoca dei Maccabei. Nel ciclo C è proposta la testimonianza di fede dello scriba Eleazaro che affronta il supplizio, pur di non dare scandalo ai giovani con l’infedeltà alla legge. Il Vangelo ribadisce la necessità di essere radicali con se stessi, per non scandalizzare i piccoli. Paolo nella seconda lettera ai Corinzi esorta a vincere il peso della tribolazione, fissando lo sguardo sulle realtà invisibili, preferendo l’esilio dal corpo per abitare presso il Signore.

.

(Don Norberto Valli, in "La Vita in Cristo e nella Chiesa")

logo facebookLa Vita in Cristo e nella Chiesa


Pellegrinaggio alla Madonna di Tirano: martedì 20 settembre 2016 programma


8 dicembre 2015 - 20 novembre 2016

misericordiosi come il Padre Signore Gesù Cristo,
tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste,
e ci hai detto che chi vede te vede Lui.

Mostraci il tuo volto e saremo salvi.
Il tuo sguardo pieno di amore liberò Zaccheo e Matteo dalla schiavitù del denaro;
l'adultera e la Maddalena dal porre la felicità solo in una creatura;
fece piangere Pietro dopo il tradimento,
e assicurò il Paradiso al ladrone pentito.
Fa' che ognuno di noi ascolti come rivolta a sé la parola che dicesti alla samaritana: "Se tu conoscessi il dono di Dio!"

Tu sei il volto visibile del Padre invisibile,
del Dio che manifesta la sua onnipotenza soprattutto con il perdono e la misericordia:
fa' che la Chiesa sia nel mondo il volto visibile di Te, suo Signore, risorto e nella gloria.

Hai voluto che i tuoi ministri fossero anch'essi rivestiti di debolezza per sentire giusta compassione per quelli che sono nell'ignoranza e nell'errore; fa' che chiunque si accosti a uno di loro si senta atteso, amato e perdonato da Dio.

Manda il tuo Spirito e consacraci tutti con la sua unzione
perché il Giubileo della Misericordia sia un anno di grazia del Signore
e la sua Chiesa con rinnovato entusiasmo possa portare ai poveri il lieto messaggio, proclamare ai prigionieri e agli oppressi la libertà e ai ciechi restituire la vista.

Lo chiediamo per intercessione di Maria Madre della Misericordia a te che vivi e regni con il Padre e lo Spirito Santo per tutti i secoli dei secoli.

Amen

Scarica il volantino del Giubileo della Misericordia e la guida del Sacramento della Riconciliazione.