26 giugno: VI domenica dopo Pentecoste

Lettura: Es 24, 3-18; Salmo 49 (50); Epistola: Eb 8, 6-13a; Vangelo: Gv 19, 30-35

Ascoltate oggi la voce del Signore.

L’alleanza stabilita tra Dio e il popolo grazie alla mediazione di Mosè, descritta nel libro dell’Esodo, è sancita dall’aspersione dell’altare e poi del popolo con il sangue delle vittime dei sacrifici di comunione. Gesù è il mediatore di un’alleanza nuova, “fondata su migliori promesse” e impressa nei cuori, come annuncia la lettera agli Ebrei. La liberazione viene dal quel sangue prezioso di agnello senza difetti e senza macchia, scaturito dal suo fianco aperto dal colpo di lancia. Sul Calvario tutto il mistero della nostra salvezza è compiuto. L’immolazione del Figlio di Dio ci libera del male e rinsalda il patto di amicizia dell’umanità con Dio.

(Don Norberto Valli, in "La Vita in Cristo e nella Chiesa")

logo facebookLa Vita in Cristo e nella Chiesa


Lotteria festa compatronale Madonna di Fatima elenco biglietti estratti


Dal 16 al 23 luglio 2016, vacanze estive 2016 a Lizzola (BG).


8 dicembre 2015 - 20 novembre 2016

misericordiosi come il Padre Signore Gesù Cristo,
tu ci hai insegnato a essere misericordiosi come il Padre celeste,
e ci hai detto che chi vede te vede Lui.

Mostraci il tuo volto e saremo salvi.
Il tuo sguardo pieno di amore liberò Zaccheo e Matteo dalla schiavitù del denaro;
l'adultera e la Maddalena dal porre la felicità solo in una creatura;
fece piangere Pietro dopo il tradimento,
e assicurò il Paradiso al ladrone pentito.
Fa' che ognuno di noi ascolti come rivolta a sé la parola che dicesti alla samaritana: "Se tu conoscessi il dono di Dio!"

Tu sei il volto visibile del Padre invisibile,
del Dio che manifesta la sua onnipotenza soprattutto con il perdono e la misericordia:
fa' che la Chiesa sia nel mondo il volto visibile di Te, suo Signore, risorto e nella gloria.

Hai voluto che i tuoi ministri fossero anch'essi rivestiti di debolezza per sentire giusta compassione per quelli che sono nell'ignoranza e nell'errore; fa' che chiunque si accosti a uno di loro si senta atteso, amato e perdonato da Dio.

Manda il tuo Spirito e consacraci tutti con la sua unzione
perché il Giubileo della Misericordia sia un anno di grazia del Signore
e la sua Chiesa con rinnovato entusiasmo possa portare ai poveri il lieto messaggio, proclamare ai prigionieri e agli oppressi la libertà e ai ciechi restituire la vista.

Lo chiediamo per intercessione di Maria Madre della Misericordia a te che vivi e regni con il Padre e lo Spirito Santo per tutti i secoli dei secoli.

Amen

Scarica il volantino del Giubileo della Misericordia e la guida del Sacramento della Riconciliazione.