Raccolta permanente di generi alimentari grazie alla collaborazione dei supermercati cittadini

Tutti potranno offrire il loro concreto contributo di solidarietà a sostegno delle famiglie più povere, quelle più provate dell’attuale emergenza. E’ il progetto “Spesa Solidale”, frutto della stretta alleanza tra il Comune di Seregno e la Caritas della Comunità Pastorale San Giovanni Paolo II.
Nei supermercati e nei negozi che aderiscono all’iniziativa sarà possibile, per tutti coloro che vorranno sostenere il progetto, acquistare e lasciare in deposito beni di prima necessità, beni che saranno ritirati dai volontari e consegnati a tutte le famiglie seguite da Caritas e dai Servizi Sociali, famiglie per le quali è problematico provvedere anche alla spesa settimanale.
Sono circa 120 le famiglie che beneficiano del “pacco alimentare”, numero che nelle ultime settimane si è ampliato notevolmente.
Gli esercizi commerciali che attualmente hanno aderito all’iniziativa sono Esselunga (viale della Repubblica), Eurospin (via delle Nazioni Uniti), Iperal (via Verdi), MD (via Milano), Tigotà (via Garibaldi) e Simply (via Volta).

Laura Capelli, assessore alle Politiche Sociali: “Oltre che una valenza pratica importante, il progetto Spesa Solidale rappresenta un importante strumento di promozione culturale, perché permette a tutti di declinare nella concretezza della quotidianità i valori di condivisione e solidarietà che sono alla base della convivenza civica. Come Amministrazione, siamo particolarmente contenti di condividere questo percorso con la Caritas Cittadina, segno della capacità di fare sistema che è un valore aggiunto per la nostra città. Un ringraziamento va anche alle direzioni dei supermercati per la generosa collaborazione che ci stanno offrendo”.

Mons. Bruno Molinari, parroco: “Oggi le parole dell’Arcivescovo Mario Delpini risuonano particolarmente profetiche ‘la situazione è occasione’. Il periodo difficile e particolare che stiamo vivendo ci sfida nella nostra umanità più profonda. Siamo chiamati a compiere un gesto di amore nei confronti dei nostri fratelli che stanno incontrando maggiori difficoltà. E’ un gesto per l’altro ma anche per noi stessi: non cediamo alla paura foriera di egoismi ma ‘alziamo lo sguardo’ e apriamoci alla speranza della carità”.

Gabriele Moretto, responsabile di Caritas cittadina, e Davide Massaro, coordinatore delCentro di Ascolto Caritas di Seregno: “L’emergenza sanitaria che stiamo vivendo ha avuto eavrà delle conseguenze inimmaginabili sulle nostre vite, esacerbando le difficoltà di coloro che
già vivevano una situazione di fragilità e creando nuova povertà. Per fronteggiarle servirà l’aiuto di tutti. La Spesa Solidale è un primo gesto di condivisione – simbolico e concreto al tempo stesso – per riscoprirci fratelli, uniti, comunità. Caritas è pronta e metterà a disposizione le proprie risorse umane e materiali, consapevole di come – oggi più che mai – il ruolo del
volontariato sia fondamentale, spesso cruciale, per accogliere, ascoltare, sostenere coloro che si trovano in difficoltà”.

  Indicazioni per la ripresa delle celebrazioni

Scarica la locandina

 

L’ACCESSO nelle nostra chiesa è consentito fino ad un massimo di 190 persone per ogni celebrazione.

... chiedo di ascoltarlo fino alla fine...

 

Cari fratelli e sorelle, è ormai vicino il mese di maggio, nel quale il popolo di Dio esprime con particolare intensità il suo amore e la sua devozione alla Vergine Maria. È tradizione, in questo mese, pregare il Rosario a casa, in famiglia. Una dimensione, quella domestica, che le restrizioni della pandemia ci hanno “costretto” a valorizzare, anche dal punto di vista spirituale[…] 

 leggi  la lettera